BresciaOggi [Italy]: Lorenzo Micheli in concerto

Protagonista della serata per la Società dei Concerti di Brescia era il giovane ma premiatissimo Lorenzo Micheli, una vera e propria gloria della nuova generazione di musicisti che alla chitarra classica dà lustro straordinario grazie a doti talmente eccellenti da trasformare ogni serata in una festa musicale. Lorenzo Micheli l’altra sera ha presentato un programma all’altezza della sua notorietà. […]Nel «Preludio, Fuga e Allegro BWV 998» di Johann Sebastian Bach ha mostrato una padronanza assoluta dello strumento, rendendo perfettamente “leggibile” il denso contrappunto delle parti e affrontando l’Allegro del finale a velocità vertiginosa, come raramente l’avevamo ascoltato […]. La lunga prova di Lorenzo Micheli non era ancora conclusa: mancavano le «Variazioni sopra la Follia di Spagna», ancora di Miguel Llobet, destinate a mettere in luce le grandi doti tecniche del chitarrista: un vero e proprio crescendo di spettacolari miniature ha provocato l’entusiasmo del pubblico, stupito nel vedere una delle variazioni realizzata con la sola mano sinistra. Applausi lunghissimi e meritati: fra i bis un solare «Valzer» di Augustin Barrios Mangoré, il paraguayano “indio della chitarra” contemporaneo di Llobet. Una serata eccellente, un grande servizio reso da Lorenzo Micheli a uno strumento troppo spesso considerato “leggero”.
Brescia Oggi, 26 gennaio 2002